LO SHOP ON LINE DELLE CANTINE DI MARZO

Da oggi è possibile acquistare i nostri vini anche comodamente da casa tua.

  • GRECO DI TUFO DOCG CLASSICO

    11,00 IVA inclusa
    Denominazione: Greco di Tufo DOCG Vitigno: 100% Greco Ubicazione vigneti: Tufo, frazioni San Paolo e Santa Lucia Esposizione ed altitudine: Sud Ovest 350 – 450mt s.l.m. Natura del terreno: zolfo, argilla, calcare Allevamento della vite: Spalliera Guyot Densità di piantagione: 3.000 piante per ettaro Età media della vite: 20 anni Resa per ettaro: 70 quintali per ettaro Vendemmia: Fatta a mano a metà Ottobre Quantità media bottiglie: 20.000 Formato della bottiglia: 0,75 l Grado alcolico: Generalmente 13° Temperatura di servizio: 10 – 12 °C Tecnica di vinificazione: Solo il mosto fiore viene utilizzato per questo nostro Greco, punta di diamante della nostra cantina. Il mosto fiore viene fermentato con grande cura in vasche di acciaio inossidabile con temperatura controllata utilizzando lieviti autoctoni selezionati. Il vino riposa poi sulle fecce per sei mesi per dare complessità e struttura. La trasformazione malolattica avviene parzialmente, dipendendo dall’acidità naturale della vendemmia. Prima di essere imbottigliato, il vino viene leggermente filtrato e conservato a temperatura di cantina finché non viene giudicato pronto per il mercato.
    Descrizione organolettica: Giallo paglierino con con delicati riflessi dorati. Al naso, pesca gialla ed albicocca, pietra focaia e fiore di arancio, con note di macchia mediterranea. Quando si apre, emergono aromi di lime e limone. Al palato è un vino intenso, fresco e sapido, con un frutto agrumato e rinfrescante. Il gusto persiste a lungo, lasciando delle squisite note di mandorla, eucalipto e scorza di limone. Abbinamento: La freschezza e sapidità di questo vino fanno si che si abbini molto bene con piatti a base di pesce quali salmone, frutti di mare, pesce alla griglia,  ma anche con carni bianche e formaggi freschi. Questo Greco di Tufo, grazie al particolare equilibrio tra morbidezze e durezze, è perfetto anche come aperitivo o bevuto in antipasto. Curiosità: Il primo Greco di Tufo nacque nella nostra azienda quasi quattro secoli fa. L’unicità di questo vino risiede nel fatto che le viti crescono su terreni dal forte contenuto di zolfo fossile, lo stesso zolfo che, estratto, fece la fortuna dei di Marzo nell’Ottocento e Novecento.
  • Denominazione:  Greco di Tufo DOCG Vitigno: 100% Greco Ubicazione vigneti: Tufo, frazione Santa Lucia, Vigneto Serrone Esposizione ed altitudine: Sud – Sud Ovest / 350mt s.l.m Natura del terreno: zolfo, argilla – calcare Allevamento della vite: Spalliera Guyot Densità di piantagione: 3.000 piante per ettaro Età media della vite: 30 anni Resa per ettaro: 70 quintali per ettaro Vendemmia: Fatta a mano a metà Ottobre Quantità media bottiglie: 5.000 Formato della bottiglia:  0,75 l Grado alcolico: Generalmente 13° Temperatura di servizio: 10 – 12 °C Tecniche di vinificazione: Vigneto selezionato di Tufo. Per questo nostro Cru di Greco utilizziamo esclusivamente la parte migliore del mosto fiore. Viene fermentato con cura in vasche di acciaio inossidabile a temperatura controllata, utilizzando lieviti autoctoni selezionati. Il vino riposa sulle fecce per sei mesi per dare complessità e struttura. La trasformazione malolattica avviene parzialmente, dipendendo dall’acidità naturale della vendemmia. Prima di essere imbottigliato, il vino viene leggermente filtrato e conservato a temperatura di cantina per un anno, prima di essere immesso sul mercato.
    Descrizione organolettica: Vino giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso è intenso e complesso: sprigiona note iodate e di pietra focaia, con una forte presenza di frutta matura, a polpa gialla.  In bocca è avvolgente, ampio e intensamente minerale con forte sapidità. Si caratterizza rispetto agli altri due Cru per il grande equilibrio fra morbidezze e durezze. Abbinamento: La freschezza e sapidità di questo vino fanno si che si abbini molto bene con
 piatti grassi. Ideale con frutti di mare, pesci alla griglia e formaggi freschi, ma anche con piatti più strutturati quali carni bianche in salsa. Curiosità: Prodotto in cinquemila bottiglie. Le uve provengono dal vigneto chiamato Serrone, ubicato su una collina di Tufo, in frazione Santa Lucia, confinante con un altro nostro vigneto selezionato, Ortale.  E’ un vigneto particolarmente ben esposto, che da origine al nostro Greco di Tufo più rappresentativo e popolare.
  • Denominazione:  Greco di Tufo DOCG Vitigno: 100% Greco Ubicazione vigneti: Tufo, frazione Santa Lucia, vigneto Ortale Esposizione ed altitudine: Sud – Sud Est / 400 mt s.l.m. Natura del terreno: zolfo, calcare, argilla. Allevamento della vite: Spalliera Guyot Densità di piantagione: 3.000 piante per ettaro Età media della vite: 5 anni Resa per ettaro: 70 quintali per ettaro Vendemmia: Fatta a mano a metà Ottobre Quantità media bottiglie: 1.000 Formato della bottiglia:  0,75 l Grado alcolico: Generalmente 13° Temperatura di servizio: 10 – 12 °C Tecniche di vinificazione: Vigneto selezionato. Per questo nostro Cru di Greco utilizziamo esclusivamente la parte migliore del mosto fiore. Viene fermentato con cura in vasche di acciaio inossidabile a temperatura controllata, utilizzando lieviti autoctoni selezionati. Il vino riposa sulle fecce per sei mesi per dare complessità e struttura. La trasformazione malolattica avviene parzialmente, dipendendo dall’acidità naturale della vendemmia. Prima di essere imbottigliato, il vino viene leggermente filtrato e conservato a temperatura di cantina per un anno, prima di essere immesso sul mercato.
    Descrizione organolettica: Vino giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso intenso e complesso: sprigiona delicate note iodate e di pietra focaia, con sentori di miele, acacia, ginestra e orzo. In bocca avvolgente, ampio e intensamente minerale, con una predominante nota di morbidezza che lo contraddistingue rispetto agli altri Cru. Abbinamento: La freschezza e sapidità di questo vino fanno si che si abbini molto bene con
 piatti grassi. Ideale con frutti di mare, pesci alla griglia e formaggi freschi ma anche con piatti più strutturati quali carni bianche in salsa. Curiosità: Di questo vino sono prodotte solo mille bottiglie ad annata. Questo vino è la più pura espressione della Vigna Ortale, nella frazione di Santa Lucia di Tufo, confinante con il vigneto Colle Serrone.
  • Denominazione: Greco di Tufo DOCG Vitigno: 100% Greco Ubicazione vigneti: Tufo, frazione San Paolo, vigneto Laure Esposizione ed altitudine: Sud – Sud Ovest / 300mt s.l.m. Natura del terreno: Zolfo, calcare con relativamente poca argilla Allevamento della vite: Spalliera Guyot Densità di piantagione: 3.000 piante per ettaro Età media della vite: 10 anni Resa per ettaro: 70 quintali per ettaro Vendemmia: Fatta a mano a metà Ottobre Quantità media bottiglie: 1.000 Formato della bottiglia:  0,75 l Grado alcolico: Generalmente 13° Temperatura di servizio: 10 – 12 °C Tecniche di vinificazione: Vigneto selezionato. Per questo nostro Cru di Greco utilizziamo esclusivamente la parte migliore del mosto fiore. Viene fermentato con cura in vasche di acciaio inossidabile a temperatura controllata, utilizzando lieviti autoctoni selezionati. Il vino riposa sulle fecce per sei mesi per dare complessità e struttura. La trasformazione malolattica avviene parzialmente, dipendendo dall’acidità naturale della vendemmia. Prima di essere imbottigliato, il vino viene leggermente filtrato e conservato a temperatura di cantina per un anno, prima di essere immesso sul mercato.
    Descrizione organolettica: Vino giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso  intenso e complesso: sprigiona delicate note iodate e di pietra focaia, con sentori di finocchietto selvatico, timo e macchia mediterranea. In bocca avvolgente, ampio e intensamente minerale, con una predominante spalla acida che lo contraddistingue rispetto agli altri Cru. Abbinamenti: La freschezza e sapidità di questo vino fanno si che si abbini molto bene con
 piatti grassi. Ideale con frutti di mare, pesci alla griglia e formaggi freschi ma anche con piatti più strutturati quali carni bianche in salsa. Curiosità: Questo vino è la più pura espressione della Vigna Laure,nella frazione di San Paolo di Tufo. Di questo vino sono prodotte solo mille bottiglie ad annata.
  • FIANO DI AVELLINO DOCG

    11,00 IVA inclusa
    Denominazione: Fiano di Avellino DOCG Vitigno: 100% Fiano Ubicazione vigneti: Lapio e Montefalcione Esposizione ed altitudine: Sud Ovest 550mt s.l.m. Natura del terreno: argilloso calcareo Allevamento della vite: Spalliera e raggiera Guyot Densità di piantagione: 3.000 piante per ettaro Età media della vite: 20 anni Resa per ettaro: 70 quintali per ettaro Vendemmia: Fatta a mano a metà Ottobre Quantità media bottiglie: 6.000 Formato della bottiglia:  0,75 l Grado alcolico: 13° Temperatura di servizio: 10-12 °C Tecnica di vinificazione: Solo il miglior mosto fiore viene usato per questo nostro Fiano di selezione. Viene fermentato con grande cura in vasche di acciaio inossidabile con temperatura controllata utilizzando lieviti selezionati. Il vino riposa poi sulle fecce per sei mesi, per dare complessità e struttura. La trasformazione malolattica avviene parzialmente dipendendo dall’acidità naturale della vendemmia. Prima di essere imbottigliato, il vino viene leggermente filtrato e conservato a temperatura di cantina finché non viene giudicato pronto per il mercato.
    Descrizione organolettica: Il vino è cristallino, giallo paglierino con riflessi verdastri. Al naso intenso e complesso, con note di tiglio, gelsomino, pera e frutto della passione. Un vino fresco e abbastanza sapido, che rilascia al palato delicate note di agrumi, fiori e miele. Estremamente seducente, rimane di facile beva malgrado la sua complessità. Abbinamento: Ideale come aperitivo. Particolarmente appropriato con  il sushi e pesce crudo in genere, carni bianche nonché cucina esotica. Sorprendente anche accompagnato ai dolci. Curiosità: Prodotto in 6000 bottiglie ad annata. In uno dei vigneti di provenienza del nostro Fiano, viene utilizzato ancora il tradizionale sistema di allevamento a raggiera, che consiste nell’incrocio dei rami di due ceppi di vite piantati a coppia. Questo sistema, ormai in disuso, può portare belle sorprese in fase di resa e qualità dell’uva prodotta.
  • TAURASI DOCG

    20,00 IVA inclusa
    Denominazione: Taurasi DOCG Vitigno: 100% Aglianico Ubicazione vigneti: Luogosano e Montemarano Esposizione ed altitudine: orientati a sud ad un’altitudine che va dai 350 ai 450 mt s.l.m. Natura del terreno: argilla e calcare Allevamento della vite: Cordone speronato Densità di piantagione: 4.000 piante per ettaro Età media della vite: 20 anni Resa per ettaro: 70 quintali per ettaro Vendemmia: Fatta a mano a fine Ottobre Quantità media bottiglie:  2.000 Formato della bottiglia:  0,75 l – 1,5 l Grado alcolico: Generalmente 13° Temperatura di servizio: 16 – 18 °C Tecnica di vinificazione: Le uve vengono selezionate, diraspate e messe a fermentare con lieviti selezionati in vasche di acciaio inossidabile a temperatura controllata. La macerazione avviene a temperatura relativamente alta e completata in una decina di giorni per ottenere un massimo di eleganza dall’uva aglianico. Il vino viene messo a invecchiare in barrique di rovere francese per un periodo di un anno. In seguito, il vino viene leggermente filtrato e imbottigliato. Rimarrà in bottiglia per altri due anni prima di essere messo sul mercato.
    Descrizione organolettica Il vino si presenta di colore rosso rubino. Decisamente intenso e complesso al naso, offre profumi carnosi di prugne, visciole e amarene, con un accattivante corredo di spezie e liquirizia. In bocca sfodera subito la sua grande freschezza che si fa compagna di tannini estremamente fini. La persistenza è lunga e di soddisfazione con ritorni di ciliegia e prugna nera. Poco percettibile il contributo della barrique che affianca con eleganza e discrezione gli aromi naturali del vino. Abbinamento Particolarmente appropriato con la cacciagione e formaggi stagionati. Si abbina molto bene anche con piatti in salsa. In Irpinia, la sua terra dʼorigine, è spesso bevuto con carni alla brace e funghi porcini, come anche con salumi locali quali la soppressata o il capocollo. Il Taurasi è il vino ideale per accompagnare piatti con sapori forti.
  • IRPINIA AGLIANICO DOC

    10,00 IVA inclusa
    Denominazione: Irpinia Aglianico DOC Vitigno: 100% Aglianico Ubicazione vigneti: Territorio di Tufo, frazione Santa Lucia Esposizione ed altitudine: orientati principalmente a sud ovest a un’altitudine di 300 mt s.l.m. Natura del terreno: Zolfo Argilla Calcare Allevamento della vite: Cordone speronato Densità di piantagione: 3.000 piante per ettaro Età media della vite: 20 anni Resa per ettaro: 70 quintali per ettaro Vendemmia: Fatta a mano a fine Ottobre Quantità media bottiglie:  6.000 Formato della bottiglia:  0,75 l Grado alcolico: Generalmente 13° Temperatura di servizio: 16 – 18 °C Tecnica di vinificazione:  Le uve vengono selezionate, diraspate e messe a fermentare con lieviti autoctoni selezionati in vasche di acciaio inossidabile a temperatura controllata. La macerazione sulle bucce avviene a temperatura relativamente alta e completata in una decina di giorni. L’obiettivo è quello di ottenere colore e tannini pur tenendo vivo il fruttato. Il vino viene poi conservato in barrique di terzo passaggio per sei mesi. La fermentazione malolattica avviene naturalmente con il normale aumento delle temperature nella primavera successiva alla vendemmia.
    Descrizione organolettica: Un vino brillante, di color rosso rubino. Al naso è un vino intenso e complesso, con note di frutta di bosco matura e spezie dolci. In bocca risulta morbido, fresco e sapido, con tannini fini e vellutati. Abbinamento: Particolarmente appropriato con la cacciagione e formaggi stagionati. In Irpinia, la sua terra dʼorigine, è spesso bevuto con carni alla brace e funghi porcini come anche con salumi locali come la soppressata o il capocollo. Curiosità: La peculiarità del nostro Irpinia Aglianico Doc sta proprio nel fatto che è prodotto da uve provenienti da antichi vigneti di Tufo, con piante di almeno 20 anni d’età. Con una resa bassissima, il nostro Aglianico viene prodotto in appena 6000 bottiglie ad annata.
  • Denominazione: Greco di Tufo DOCG Metodo Classico Extra Brut Vitigno: 100% Greco Ubicazione vigneti: Vigneto Laure, Tufo, frazione di San Paolo Esposizione ed altitudine: Sud, Sud Ovest 350 mt s.l.m. Natura del terreno: zolfo, argilla e calcare Allevamento della vite: Spalliera Guyot   Densità di piantagione: 3.000 piante per ettaro Età media della vite: 20 anni Resa per ettaro: 60 quintali per ettaro Vendemmia: Fatta a mano a metà Ottobre Quantità media bottiglie: 3.000 Formato della bottiglia:  0,75 l Grado alcolico: Generalmente 13° Temperatura di servizio: 8 – 10 °C Tecniche di vinificazione: Fermentazione alcolica e trasformazione malolattica in vasche di acciaio a temperatura controllata. Metodo classico. Allevato su fecce in bottiglia per 36 mesi.
    Descrizione organolettica: Giallo paglierino con delicati riflessi dorati. Bolle fini e persistenti. Al naso,pesca gialla matura e delicati sentori di crosta di pane,con una dominante di frutta secca, noce e mandorla. Il vino è corposo al palato e  vi si riconoscono tutte le caratteristiche del vitigno Greco, quali freschezza e sapidità. In finale, un intreccio di arancia e mandorla amara. Abbinamento: Il vino è sufficientemente strutturato per essere bevuto con piatti complessi di pesce, nonché delicate carni bianche. Ideale anche con la nostra tradizionale pizza. Curiosità: Dalla fine dell’Ottocento alla metà degli anni Trenta del secolo scorso, le Cantine di Marzo hanno venduto grandi quantità di vino alla Francia, la cui viticoltura era stata distrutta dalla Fillossera. I contatti stabiliti con importatori e viticoltori francesi diedero l’idea di fare uno spumante a base di Greco. Nel 1926 uscì la prima bottiglia di Greco di Tufo Spumante.
  • GRAPPA di Greco di Tufo

    20,00 IVA inclusa
    La grappa è ottenuta dalla distillazione in alambicco di rame, con processo discontinuo, di pregiate vinacce fresche di Greco di Tufo, prodotte dalla zona D.O.C.G. del Greco di Tufo. In seguito fatta affinare in botti di rovere per circa sette mesi, fatta riposare per circa un mese in botti di acciaio inox, tale da esaltare i profumi e le caratteristiche organolettiche. Dal colore giallo paglierino, al palato si rivela armonica e ben strutturata, dal gusto raffinato ed amabile. Bottiglia da 0.5 l in cassetta di legno. Gradazione 40°
  • "Cassetta in legno marchiata a fuoco, vuota. Può contenere 2 bottiglie"
  • "Cassetta in legno marchiata a fuoco, vuota. Può contenere 3 bottiglie. "