GRECO DI TUFO

DOCG CLASSICO

“…Grazie al patrimonio genetico dei nostri vigneti, questo vino è un vero purosangue…”

Denominazione:
Greco di Tufo DOCG
Vitigno: 100% Greco
Ubicazione vigneti: Tufo, frazione
San Paolo e Santa Lucia
Esposizione ed altitudine: Sud Ovest 350 – 450mt s.l.m.
Natura del terreno: zolfo, argilla, calcare
Allevamento della vite: Spalliera Guyot

Densità di piantagione: 3.000 piante per ettaro
Età media della vite: 20 anni
Resa per ettaro: 70 quintali per ettaro
Vendemmia: Fatta a mano a metà Ottobre
Quantità media bottiglie: 20.000
Formato della bottiglia: 0,75 l 0,375 l 1,5 l
Grado alcolico: Generalmente 13°
Temperatura di servizio: 10 – 12 °C

Tecnica di vinificazione:
Solo il mosto fiore viene utilizzato per questo nostro Greco, figura di prua della cantina. Viene fermentato con grande cura in vasche di acciaio inossidabile con temperatura controllata utilizzando lieviti selezionati. Il vino riposa sulle fecce per sei mesi per dare complessità e struttura. La trasformazione malolattica avviene parzialmente, dipendendo dall’acidità naturale della vendemmia. Prima di essere imbottigliato, il vino viene leggermente filtrato e conservato a temperatura di cantina finché non viene giudicato pronto per il mercato.

Descrizione organolettica:
Giallo solare con riflessi dorati. Al naso, pietra focaia e fiore di arancio con note di macchia mediterranea. Quando si apre, emergono aromi di lime e limone. Al palato è un vino intenso, minerale e secco con un frutto agrumato e fresco. Il gusto persiste a lungo dopo lasciando delle squisite note di mandorla, eucalipto e scorza di limone.

Abbinamento:
La freschezza e sapidità di questo vino fa si che si abbina molto bene con pesci grassi come il salmone. La spalla acida
lascia una bocca pulita e fresca. Ideale con frutti di mare, pesci alla griglia e formaggi freschi. Il Greco di Tufo è perfetto anche come aperitivo o accompagnato da una frittura in antipasto.

Curiosità:
Il primo Greco di Tufo nacque nella nostra azienda quasi quattro secoli fa. L’unicità di questo vino risiede nel forte contenuto di zolfo fossile del terreno, lo stesso zolfo che, estratto, fece la fortuna dei di Marzo nell’Ottocento e novecento. La Cantina rimane di proprietà di famiglia a traverso la famiglia di Somma discendenti diretti di Maria di Marzo principessa del Colle.

Temperatura di servizio: 10-12 °C

Acquista qui!

time